I vantaggi di un depuratore ad osmosi inversa

Se avete fatto l’intelligente scelta di installare un depuratore di acqua direttamente a casa vostra, assicuratevi di scegliere il modello giusto per ogni vostra esigenza!

Prima di tutto, ogni depuratore può solo che apportare vantaggi e in caso di addolcitore mette in sicurezza tutte le tubature delle nostre abitazioni, assicurandoci un uso di acqua pura per ogni suo impiego. Vediamo nel dettaglio il caso dei depuratori a osmosi inversa :

L’osmosi inversa è un procedimento meccanico e naturale inventato a fine anni 60 dalla NASA per scopi aerospaziali. Il suo scopo è quello di purificare l’acqua di acquedotto da impurità di varia natura, potendola quindi bere in tutta tranquillità ed evitando di comprarla in quella plastica che va poi ad inquinare il nostro ambiente. Questa tecnica sfrutta le potenzialità di una membrana semipermeabile con una porosità talmente piccola che al suo passaggio filtra solo la molecola dell’ acqua originaria, mentre è bloccato tutto “lo sporco” che si era accumulato tra calcare e tubature.

I depuratori che utilizzano il processo di osmosi inversa vengono oggi ampiamente utilizzati sia in ambito domestico che industriale, come ad esempio nei grandi impianti di desalinizzazione industriale dell’acqua marina o negli autolavaggi nei quali serve che l’acqua demineralizzata non lasci macchie sulla carrozzeria.

La semplicità di questa tecnica ed il vantaggio di non richiedere l’aggiunta di sostanze chimiche, ha reso attualmente l’osmosi inversa il più performante sistema di depurazione conosciuto ad oggi , capace di allontanare la quasi totalità delle sostanze organiche (inclusi microorganismi patogeni e non), ma anche di mantenere e regolare i sali minerali a proprio piacimento.

L’acqua in uscita dai depuratori ad osmosi inversa può quindi considerarsi un’acqua oligominerale, cioè un’acqua a basso residuo fisso. I detrattori di questa metodica puntano il dito sul fatto che impoverirebbe l’acqua di sali minerali al punto da renderla distillata e nutrizionalmente “vuota”, ma non sono a conoscenza del fatto che per legge negli impianti è prevista una valvola che regola questi sali minerali. In realtà molto spesso dietro a queste critiche si nasconde l’esigenza commerciale di continuare a fare acquistare acqua in bottiglia, per ovvie ragioni di convenienza economica. Non dimentichiamo, infatti, che il contributo dell’acqua alla copertura del fabbisogno quotidiano dei singoli minerali è particolarmente modesto, in quanto questi sali sono prevalentemente di tipo inorganico e quindi scarsamente assimilabili dal nostro organismo. Pensate che con 100 gr di grana padano si assimila tanto calcio quanto bevendo per un’anno dell’acqua ricca dello stesso elemento.

Potreste a questo punto pensare che il depuratore sia costoso e che visto il momento di crisi economica sia un lusso destinato solo a persone facoltose e di rimandarne l’acquisto.
In realtà questi impianti si ammortizzano e ripagano non acquistando più acqua in bottiglia, rendendo la spesa ancora più abbordabile.

K Water progetta e costruisce diversi prodotti ad osmosi che potete controllare qui. Contattaci e scopri il vantaggio di avere un depuratore a casa tua.